Ingegnere informatico con forte background nel campo della Cyber Security.
Mi divertivo a fare l’Hacker sin da ragazzino quando per curiosità smontavo e analizzavo i dispositivi elettronici. 

Ho conseguito la laurea triennale in Ingegneria Informatica presso l’università degli studi di Salerno discutendo una tesi riguardante Owasp e le vulnerabilità delle applicazioni Web. Tale campo mi ha affascinato sin dal primo momento e con piacere ho iniziato a fornire il mio contributo al capitolato Italiano di Owasp.

In seguito conseguo la laurea specialistica in Ingegneria Informatica presso l’ Università degli studi di Napoli Federico II con una tesi sperimentale su un progetto finanziato da Google. L’attività di ricerca mi ha consentito di approfondire le tecniche utilizzate dai Governi per attuare la censura su Internet. Il mio lavoro ha previsto la produzione di un tool in grado di valutare il grado di censura della rete Tor.

Ho avuto la fortuna di svolgere il lavoro che da sempre mi appassiona ovvero eseguire penetration test su applicazioni web, dispositivi mobile e infrastrutture critiche ma nelle varie esperienza lavorative mi sono occupato anche di analisi malware, monitoraggio e risposta ad attacchi informatici. Ho supportato sia aziende di piccole dimensioni, startup che clienti importanti in ambito pubblica amministrazione, bancario e governativo.

Ho conseguito le certificazioni GWAPT (SANS),eCPPT (eLearnSecurity), segnalato vulnerabilità a enti di importanza internazionale e partecipato come relatore a diverse conferenze.

Ho ricoperto il ruolo di Project Manager in un progetto che prevede lo sviluppo di un Cyber Range una soluzione utilizzata per formare esperti di settore a gestire gli attacchi cibernetici. 

Attualmente mi occupo di gestire nel contesto del CIO office tutti gli aspetti di Cybersecurity di un importante realtà in ambito fashion/retail. Di recente mi sto focalizzando sul tema DevSecOps che a mio avviso diventerà uno degli argomenti cardine del futuro.

Amo il buon cibo e nel tempo libero scrivo la newsletter CybersecItalia nella quale condivido gli articoli che ritengo interessanti nelle mie attività di ricerca e aggiornamento quotidiano.